Amicizia

 

Comments  

 
+1 #4 Giovanni 2013-04-21 09:43
Caro amico, mi son deciso a inviarti questo ultimo messaggio, certo che l'hai fatta proprio grossa. nemmeno la caduta del muro di Berlino provoco' tante macerie. Tu,come prevedibile, non sei riuscito a coalizzare nessuno intorno alle tue posizioni scriteriate, ma in piu' hai fatto esplodere la tua stessa compagnia di improbabili protagonisti di una commedia che oramai conosciamo da molto, troppo tempo. Non credo che sia questo il mestiere giusto per te. Forse hai sbagliato Paese o forse hai confuso i tempi, difatto ecco i risultati che sei riuscito ad ottenere. Probabilmente quando fate le vostre "discussioni interne" dovreste essere un pochino piu' liberi e sinceri, ascoltare nuove idee e proposte,lascia ndo lierta' di pensiero a tutti.
Quote
 
 
+2 #3 Giovanni 2013-04-10 16:43
Caro amico, mi son deciso a riscriverti,ma lo sai che mi stai sorprendendo? ma ancor di piu' mi stanno sorprendendo gli Italiani!! Ma allora e' tutta una finta. Si sta' recitando la solita commedia all'Italiana. Non e' vero che la gente sta' male. Non e' vero che qualcuno si suicida per vergogna di chiedere aiuto. Non e' vero che qualcuno si suicida perche' sente che no puo' far fronte alle sue responsabilita' di imprenditore. Non e' vero che ci sono milioni di poveri. Non e' vero che molti anziani vivono raccattando gli avanzi dei mercati rionali. Non e' vero che la disoccupazione giovanile ha bruciato intere generazioni. Non e' vero che centinaia di giovani vedono all'estero il loro futuro. Non e' vero che ogni giorno chiudono centinaia di aziende. Non e' vero che intere regioni vivono governate dalla malavita organizzata. Non e' vero che il Paese e' pieno di debiti. Forse e' il caso di smetterla con tutte queste insinuazioni. Soltanto un qualunquista potrebbe credere a tutte queste scemenze. Ora capisco perche' sei cosi' tranquillo e sicuro nelle tue convinzioni, si potrebbe quasi dire che la cosa non ti riguardi. Certo per te cosa cambia, il tuo lavoro lo svolgi lo stesso, prendi il tuo compenso, niente ti perturba. Si potrebbe quasi dire che in effetti non te ne frega gran che'. Il tempo scorre e tiriamo a campare, gli altri possono aspettare. Ma poi in definitiva, gli altri, cosa stanno aspettando. Nessuno ha capito che da parte tua non possono aspettarsi niente, perche' e' nel regno del niente che spaziano i tuoi pensieri. Certo che se tutto fosse vero, allora ti dovresti un po' preoccupare. Ma sei fortunato, gli altri stanno aspettando, e tu te la godi. Tra l'altro sai che lo puoi fare, siamo in Italia, tutto e' permesso.
Quote
 
 
+2 #2 Giovanni 2013-03-22 10:10
Caro amico, mi son deciso a scriverti questi pochi righi perche', conoscendoti da una vita,so' che sei molto cocciuto e saresti disposto ad andare avanti,senza rivedere le tue posizioni,anche se tutto il tuo oramai stanco e demoralizzato seguito te lo scrivesse su un cartellone esposto davanti al Quirinale. Per il tuo bene e per quello del Paese,ti consiglio di farti da parte. Hai commesso un sacco di errori ed hai abusato della pazienza dei tuoi amici e degli Italiani tutti. Ti voglio fare solo questa piccola osservazione sperando che tu la capisca,non e' molto difficile: si puo' presentarsi con,in una crisi cosi profonda,un elenco di problemi considerati il nocciolo urgente da risolvere, mettendo insieme la condizione disperata di un padre di famiglia che ha perso il lavoro, ha un mutuo, figli piccoli a cui assicurare da mangiare ogni giorno, bollette da pagare, con la questione "URGENTE" della cittadinanza agli stranieri? In questo modo si fa diventare razzista chi non lo e'.
Quote
 
 
+3 #1 antenovis 2013-03-13 15:34
Viva Papa FRANCESCO
Quote
 

Add comment

Security code
Refresh